CLAUDIA CATARZI – Time (tit. provvisorio)

29 Aprile 2016 | 21.00

———————–

coreografia Claudia Catarzi
in collaborazione con Michal Mualem
danza Claudia Catarzi, Michal Mualem
drammaturgia Carlotta Scioldo
musiche AA.VV. e elaborazioni musicali Piero Corso, Giorgio De Santis
all’interno del progetto europeo “Be SpecACTive!” – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro (It), Bakelit Multi Art Center Budapest (Hu), B-51 Ljubljana (Sl), Domino Zagreb (Hr), LIFT London (Uk), Tanec Praha (Cz), Teatrul National Radu Stanca Sibiu (Ro), York Theatre Royal (Uk) con il supporto del Programma Europa Creativa dell’Unione Europea
con il sostegno produttivo di Armunia/ Festival Inequilibrio, Company Blu
in collaborazione con spazioK.Kinkaleri, Dance Identity Vienna (Austria), Città del Teatro Cascina
e con il contributo di ResiDance XL – luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche/ azione della Rete Anticorpi XL – Network Giovane Danza D’autore, coordinata da L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino

La composizione è giocata da due corpi, un’architettura e uno score musicale.
I singoli eventi si susseguono gli uni con gli altri e sono intrecciati tra loro.
La coreografia è punteggiata da pause, differenti velocità dei corpi, elaborazione di ritardi o anticipi, e si confronta con il risultato della simultaneità e della causalità.
Il “tempo” è il parametro che crea prossimità e continuamente ridisegna nuove geografie e storie tra i corpi.
Elementi questi che il tempo riesce a configurare in modi diversi, in conformazioni che in ogni istante potrebbero evocare racconti, non fedeli a una narrazione di senso, ma piuttosto costanti nella loro metamorfosi.
Il tempo cambia gli incontri e i raccordi, quindi plasma il risultato delle forme materiche che incontra.
Agisce come uno scultore fa con la propria opera plastica.

Phentermine375mg.net