Cristina Rizzo
LOVEEEE una conferenza con alcuni esercizi di grazia.
Quarto discorso: TRAVERSES FAC-SIMILE

5 maggio | h 18.00

———————–

A cura di e con Cristina Rizzo e Lucia Amara / Produzione CAB008 / Xing/Live Arts Week

Loveeee prosegue nella frequentazione, condivisa con il pubblico, di un formato performativo tra la teoria e la pratica dove si allenano simultaneamente il movimento di un pensiero e la scrittura di un corpo. Un luogo ideale e protetto.  Fuori dall’istanza teologica, la grazia riguarda una certa attitudine dell’opera (ma anche dell’individuo) verso l’esterno e, anche, verso la norma. Caratterizzata da una certa efficace organizzazione della forza e della libertà delle risposte di fronte alle gerarchie precostituite, la grazia indica una più intima democrazia secondo i principi di un’estetica della sovrabbondanza, del successo miracoloso, del rischio e dello slancio. Ogni economia non è aggraziata ma c’è un’economia della grazia. Rarefazione del potere, la grazia non è solo la bellezza in movimento, ma è politica di dissimulazione in grado di cambiare le prodezze tecniche ed il dominio delle esigenze indicando una di sparizione dei sistemi.

*Nota La rivista Traverses fu fondata da Jean Baudrillard nel 1975, finanziata dal Centre de Création Industrielle, istituzione che sarebbe andata a costituire parte del Centre Georges Pompidou, dal 1977 in poi. Tra i presenti al gruppo redazionale: Michel De Certeau, Louis Marin, Paul Virilio, e poi Marc Le Bot, Gilbert Lascault, Paolo Fabbri, e altri. Traverses venne stampato fino al 1994. Contenuto e immagini sembrano  consegnare al tempo – a noi – una serie vuota (a riempire) di questioni. Su questo vuoto  Loveeee può riapplicare un gesto. Ma non di tipo concettuale, ma “tipografico”. Come riprodurre un fac-simile.

Loveeee è stato presentato nel 2011 al Festival PerAspera (Bologna), e al Festival Crisalide (Forlì) ospitando il cantautore francese Gerald Kurdian. Nell’aprile 2012 si è poi collocato, con un formato di tre giorni, nel Festival Xing Live Art Week (Bologna) ospitando il performer viennese Robert Stejin, il musicista basco Mattin e la coreografa belga Christine De Smedt.

Oltre a sviluppare un formato performativo si  traccia in una pubblicazione scaricabile on line, un Journal, il primo numero Loveeeejournal, prodotto in collaborazione con Xing è scaricabile qui

Phentermine375mg.net