is it my world? #1

———————–

is it my world? #1

//is it my world? è il primo di una serie di appuntamenti nello Spaziok a cura della compagnia Kinkaleri. Un piccolo luogo come una nicchia scavata in verticale, costruita per accogliere al meglio una serie di proposte che assumono il soggetto come depistaggio, nella possibile apertura al mondo sensibile. Un titolo con una domanda, un doppiofondo che non nomina e che riguarda un soggetto ma è anche il soggetto. Mondo come estensione, adesione o distacco, sempre nel dubbio. Una serie di accadimenti aperti alle cose come cose che stanno: nel corpo, nel linguaggio, nel mondo. Non si tratta di stilare una successione di avvenimenti che abbiano la pretesa di un manifesto, ma di un luogo mentale aperto alla visione distorta, disassata, sconnessa, aperto alle necessità dell’opera d’arte incastonata nel corpo dell’autore. Un luogo da far crescere come un fatto fi siologico, come un bisogno, come la realizzazione di una coperta fatta a mano. Uno spazio di necessità che possa far continuare un discorso sull’esistenza di una scena, che non abbia come unico riferimento quello dello spettacolo. Un luogo che apra a visioni del corpo e della mente nella pretesa di cercare senza trovare; quello che vedo e quello che penso di vedere, quello che voglio vedere, quello che posso: fantasma, mistero, apparizione. Uno spazio che spavaldamente, vorrebbe tendere a moltiplicare le occasioni di visione che riguardano il corpo vivente esposto, la coreografi a sfi lata dal codice, la scena nel suo spreco glorioso ed evidente. Is it my world? al suo primo appuntamento, nell’ambito del progetto regionale DaTo/Danza in Toscana, raccoglie il corpo nelle sue variazioni d’intensità, trance, segno, traccia, fi lamento, di quattro artisti della scena contemporanea italiana. is it my world?

 

Phentermine375mg.net