inQuanto teatro
Abba-Bosch uno spettacolo di fantascienza (studio)

20 aprile | h 21.00

———————–

progetto, realizzazione inQuanto teatro / con Giacomo Bogani, Floor Robert / drammaturgia Andrea Falcone / video e luci Giulia Broggi / soundtrack Manuele Atzeni / una produzione inQuanto teatro, con il sostegno di Kinkaleri, Armunia, Spazio OFF Trento

Si può fare un discorso infinito? Parlare senza considerare i limiti del giusto e del vero, del condivisibile e dell’originale, dell’utile e dell’opportuno? Ci proviamo. Allo stesso tempo, è comunque necessario considerare regole di tipo diverso, logistico-organizzativo. Per questo, almeno inizialmente, ad ogni voce corrisponde un volto, se non proprio una persona. Ad ogni posizione un corpo, e non due o nessuno, allo stesso tempo. E se qualcuno parla, qualcun altro sta zitto. Questo, comunque, è l’inizio. Non è possibile dare garanzia alcuna sul resto.

Abba-Bosch è uno spettacolo di fantascienza, col quale cerchamo di squarciare il velo del futuro. Che è nero. Vuoto e scarsamente illuminato. È così che ce lo immaginiamo, il futuro.

Questo è il primo oggetto di una trilogia fuori formato, raccolta da inQuanto teatro sotto il nome di Verba. Abba-Bosch affianca Abbecedario, evento performativo diffuso, e precede Enciclopedia, terzo momento spettacolare e inattuabile conclusione di un’opera di erudizione totale.

Phentermine375mg.net