Marina Giovannini – Duetto Nero laboratorio

2/3 Dicembre 2016 | h.17-19/h.16-18

————————————————————-

Condotto da Marina Giovannini e rivolto a giovani danzatori dai 9 ai 15 anni di età, il laboratorio prevede due brevi incontri di due ore che anticipano la visione di Duetto Nero, coreografia che ha come interpreti due danzatrici, una di quarantacinque e l’ altra di quattordici anni di età.
La differenza di esperienza (e di stratificazione dell’ esperienza) portano entrambe a fare un salto temporale dentro una sorta di punto “zero”, per costruire uno spazio d’ incontro dove il gesto e la dinamica vengono analizzate lentamente e dove con poche regole e limiti spaziali si creano variazioni di movimenti all’unisono e cambiamenti di direzione, di ritmo e ripetizione, percezione e concentrazione.
Un accompagnamento alla visione attraverso l’esperienza fisica e diretta.

Marina Giovannini

Danzatrice, coreografa e insegnante.
Interessata alle potenzialità espressive del corpo e all’ interazione con i diversi linguaggi dell’ arte, si dedica ad un personale percorso di ricerca collaborando con danzatori, coreografi, artisti.
Di formazione classica, è stata danzatrice solista del Balletto di Toscana dove ha interpretato neoclassici e contemporanei della danza europea. In seguito si è interessata ai nuovi linguaggi della danza contemporanea italiana facendo una lunga esperienza nella Compagnia Virgilio Sieni, dove è stata protagonista, dal ’93 al 2006, di tutte le produzioni e di numerose collaborazioni alla coreografia. Avvalendosi di una lunga esperienza di rappresentazioni e performance in prestigiosi teatri, festival, musei, gallerie d’ arte, set cinematografici e spazi urbani, dal 2007 inizia un percorso di ricerca personale e si dedica a creazioni indipendenti, indirizzando la propria indagine coreografica sulla relazione tra la potenza della tecnica e la bellezza del gesto naturale.
Nella scena contemporanea internazionale prende parte a produzioni che spaziano in contesti artistici molto differenti e intensifica alcune collaborazioni con artisti italiani, in particolare con Letizia Renzini, con la quale sperimenta l’ interazione con i linguaggi multimediali.

Phentermine375mg.net