Marina Giovannini
MEDITATION ON BEAUTY 1 | MEDITATION ON BEAUTY 2 | MEDITATION ON BEAUTY 3

06 dicembre 2013 | h 21.30

———————–

Che senso ha l’ esistenza della bellezza? Come si declina l’ idea della grazia? In un luogo senza cornice, nel cadenzarsi di movimento ed equilibrio dentro forme che richiamano la perfezione geometrica, le danzatrici si muovono in uno spazio di parallelepipedi. Meditation on beauty nasce dalla traduzione in gesto di ciò che si coglie nel mondo circostante, dalla condizione nella quale viviamo che implora la necessità della bellezza; un lavoro diviso in più parti, dove ogni capitolo continua la riflessione e segna un punto nello spazio; ogni passaggio del lavoro risponde all’ estetica di un atto coreografico che si pone al di fuori dell’ idea di spettacolarizzazione ma, al contrario, diventa un segno di esistenza, un’ azione di riappropriazione dello spazio del corpo.

Il danzatore e lo spazio interagiscono in un percorso preciso nel quale il corpo danzante si riprende lo spazio del bello e per farlo non cerca artifici, ma parte da ciò che esiste nel luogo del reale. Nina Simone, Bruce McLean, Maya Deren sono solo alcune delle molte suggestioni visive e sonore che convergono verso i punti nevralgici del lavoro coreografico : il femminile, fragile e potente insieme, la relazione con ciò che è bello, la necessità della grazia, la ricerca dell’ equilibrio.

coreografia Marina Giovannini
interpretazione Marta Capaccioli, Veronica Cornacchini, Marina Giovannini, Lucrezia Palandri musica Nina Simone
produzione CAB008

Marina Giovannini è danzatrice e performer indipendente.Interessata alle potenzialità espressive del corpo, si dedica ad un personale percorso di ricerca verso un linguaggio che privilegia la naturalezza del gesto. Sottraendo dalla tecnica stratificata sul corpo o attraverso il rallentamento estremo e la ripetizione di un movimento, ne indaga la struttura, tenendo conto delle possibili interazioni con i diversi linguaggi dell’ arte e collaborando con danzatori, coreografi, artisti. Di formazione classica, ha studiato con Cristina Bozzolini, Lilia Bertelli e Barbara Baer e si è perfezionata con borsa di studio al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia/ATER. E’ stata danzatrice solista nella compagnia del Balletto di Toscana dove ha interpretato neoclassici e contemporanei della danza europea (Mauro Bigonzetti, Hans Van Manen, Fabrizio Monteverde, Robert North, Angelin Preljocaji, Virglio Sieni, Ed Wubbe) e ha fatto parte del cast del film Rai La luna incantata (Palmarés ’92). In seguito si è interessata ai nuovi linguaggi della danza contemporanea italiana iniziando una lunga esperienza nella compagnia Virgilio Sieni dove è stata protagonista dal ’93 al 2006 di tutte le produzioni e di numerose collaborazioni (tra le quali Empty Space, Requiem, Premio Ubu 2004, in cui crea e interpreta la propria coreografia) e dove ha l’ occasione d’ incontrare grandi artisti. Ha lavorato con il danzatore Fabrizio Favale, e con Samuele Cardini ha vinto il Premio Equilibrio Roma 2008 con il progetto “Studi per luogo comune”. Ha danzato nello spot pubblicitario Freddy/Thesloungeway per la collezione F/W 2010/11 ed ha partecipato al progetto Green Light della coreografa Mateja Bucar. Collabora assiduamente con l’ artista Letizia Renzini, interessandosi all’ interazione con i nuovi linguaggi multimediali, in un’ ottica di superamento dei generi e delle performance convenzionali.

Phentermine375mg.net